Più o meno 30.936 per Di Maio, 6.064 gli altri sette candidati: un plebiscito bulgaro, per usare una frase fatta. Non è neppure il caso di riprendere facili ironie già sentite in TV o lette sui giornali. Per riderci su con vera goduria bisognerebbe ricordare le dichiarazioni del Gotha 5S - a partire da "GuruGrillo" fino proprio al novello leader, "Udì Miagolii" - riguardo alle recenti primarie del PD che hanno confermato  "Tormenta Zie" alla segreteria.

Questa ridicola farsa, però, pone due problemi quasi seri, il primo politico, il secondo tecnico, strettamente legati fra loro. Com'è possibile che un partito - pardon: un Movimento! - che i sondaggi indicano in testa nelle intenzioni di voto degli italiani, consacri il potenziale premier con solo il 26,4% di iscritti votanti? La risposta è fin troppo semplice: il numero di incazzati, in questo paese, è enormemente superiore a quello di coloro che, oltre a lamentarsi, sono disposti ad impegnarsi in prima persona per cambiare le cose. In altre parole, "io ti voto, alle elezioni VERE, e poi ... pensaci tu!". Filosofia che non riguarda solo i grilletti - loro di più, per origini e per presunzione - ma tutti, proprio tutti noi, a destra, al centro e a sinistra (sic!). Risalta, immediato, il paradosso: in Italia milioni di persone si occupano di volontariato. E allora? Sintesi: boh!

Il miserrimo numero di clic, poi, rimette in discussione anche la tecnologia che sottende tutta la politica dei 5S. Troppi accessi alla piattaforma Rousseau? Non sembrerebbe e, se pure fosse, ne determinerebbe l'assoluta inadeguatezza. Troppi "filtri" per evitare gli attacchi di malevoli hacker? Anche in questo caso i limiti della tecnologia impiegata e di coloro che l'hanno progettata e implementata costituirebbe un vero smacco. E, last  but not least,  chi ci garantisce che gli hacker non abbiano violato il sito, votando in massa per il simpatico Di Maio piuttosto che per il ben più valido Frallicciardi Andrea Davide? Il giovane Casaleggio, poffarbacco! Sintesi: boh!
 

Commenti   

0 # Crosstalk 2017-09-26 08:44
Con 24000 baci...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # mario 2017-09-26 09:26
E' la democrazia diretta che non funziona.Punto. Poi c'e' la pochezza o meglio nullità tecnologica ma a quella volendo si potrebbe rimediare.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # PGRAECO 2017-09-26 14:54
Titolo emblematico de Il Manifesto, a proposito dei risultati del voto 5S: "Oggi le coliche". Meraviglioso ...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Enrico 2017-09-30 15:32
Ecco il mio sassolino nello stagno:

ma perché Rousseau non usa Blockchain, per votare?

E cosa ne sappiamo noi, illustri informatici, della cosa?

Perché non lo proponiamo noi al nostro partito del cuore?

Almeno potremmo provarlo: per il nostro illustre editore sarebbe uno scherzo da ragazzi mettere su una sperimentazione per far votare il gradimento ad articoli, foto, film, e soprattutto ... poesie :lol:
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # PGRAECO 2017-10-01 00:44
I completely agree!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Enrico 2017-10-04 18:34
Scusate se mi "scrivo addosso", ma ho continuato a leggere delle cose sull’e-voting basato su blockchain e mi permetto di riportare qui il link a due paginette prodotte da un esperto per il Parlamento Europeo (europarl.europa.eu/.../...)

L’autore scrive diverse cose relative ad aspetti sociali e politici della tecnologia, che ogni tanto anche noi abbiamo affrontato in questo sito e altrove. Metto quindi anche il link a questo signore (philipboucher.wordpress.com/publications/)

Buona lettura.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Crosstalk 2017-10-13 07:54
Grazie Enrico. In effetti credo che a questo sito siano rimasti solo un paio di ruoli: uno, molto privato, di essere una cosa molto mia (e da questo punto di vista ringrazio la mia limitatissima capacità di fare siti che mi rende indipendente da tanti servizi di Internet più o meno dedicati alla memorizzazione del privato), l'altro, più importante, mantenere aperto qualche filone di discussione tra gli amici: tra questi, quello sulla tecnologia. Il discorso sui blockchain è importante perché è destinato a cambiare molte cose della nostra vita e di coloro che verranno dopo di noi. Lo metto in coda di lettura, accanto ad alcuni suggerimenti sulla AI che mi vengono dai nostri amici americani tramite un dibattito molto interessante attivo sul gruppo "italiani" di facebook.
Quando va bene abbiamo 3 visite al giorno, di solito non ne abbiamo: ma chissenefrega, va bene così!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento