vetrataQui si è parlato fino ad ora di musica, poesia, foto e spiagge. Ora parliamo di architettura. Opera di Loris Dadam (frequentatore con noi e con forse una ventina di altri selezionatissimi amici de "il gruppo dell'Auletta" del Politecnico di Torino negli anni gloriosi del Movimento Studentesco), è stata inaugurata oggi a Collegno (con grande folla e autorità civili, religiose e militari) la Clinica della Memoria, una bellissima struttura destinata al sollievo dei malati di Alzheimer. Loris ha disegnato il tutto non come una clinica, ma come un centro di ricerca: ecco allora le strutture universitarie, ma con queste la mensa in comune con i malati e i medici, circondata da orti nei quali i colori e i profumi delle piante fanno da traccia mnemonica per chi la memoria perde. E ancora, camere individuali, nelle quali la domotica guida il paziente nelle sue necessità di illuminazione, di igiene e di sicurezza con percorsi della mente costruiti  dalla tecnologia, e che si susseguono in corridoi circolari, che evitano angoli e vicoli ciechi. E poi ancora colore, tanto, codice che separa i pavimenti dalle pareti, e la porta della mia camera dalla tua. E una cappella la cui opera si arrampica nella luce come un un teepe indiano, con travi d'acciaio al posto dei pali di betulla, illuminata della meravigliosa vetrata disegnata da Giacinta Villa.

Ma basta con le parole: ecco la galleria che ritrae il tutto, la Clinica e il suo ideatore. Senza perder l'occasione di far vedere quest'ultimo com'era una volta, ovviamente!

 

ozio_gallery_jgallery

 

Commenti   

# Bbc 2016-09-21 18:39
Ottimo ...soprattutto la chiusura oggi vs ieri!!!
# mario 2016-09-27 19:35
Molto bello complimenti all'autore.

Per postare commenti ti devi registrare