La mente tu aggiungi alla bellezza.
Essa è fragile dono e con il tempo
si perde, si consuma. Anche la violetta
non è sempre in fiore o schiuso il giglio,
resta la spina poi che morì la rosa.
Bianchi saranno a breve i tuoi capelli,
le rughe segneranno la tua faccia.
L'anima cura che non teme il tempo,
rendi così forte la tua grazia.
Soltanto il tuo spirito permane
fino all'estremo rogo.

Ingenii dotes corporis adde bonis.
Forma bonum fragile est, quantumque accedit ad annos
Fit minor, et spatio carpitur ipsa suo.
Nec violae semper nec hiantia lilia florent,
Et riget amissa spina relicta rosa.
Et tibi iam venient cani, formose, capilli,
Iam venient rugae, quae tibi corpus arent.
Iam molire animum, qui duret, et adstrue formae:
Solus ad extremos permanet ille rogos.


Ars amatoria, II, vv.112-120