Dei molti inverni che ho vissuto …

Io …
Fra brine, ghiacci, e geli
… fredde mani 
questo è il più amaro.

Avaro di motivi e di ragioni …

Tanto lontane poiché l’estate calda
Brucia l’inverno che arriva quando vuole
Sui volti parchi di tristezze e sguardi
Avidi sempre di sorrisi, 
sogni legati a ragnatele stanche,

Sgomenti ai venti che portano lontano

Anche i pensieri così avvinghiati 
da fare tenerezza … e riposare.

 

E’ sempre vivo l’inverno, 
In piena estate quando ti senti accarezzare
E vivi attimi che tornano in silenzio
A far rumore al seno
Quando la neve soffice … in silenzio
Cade sul cuore facendo un gran rumore.